Il mondo richiede competenze diverse ma che sappiano lavorare insieme.

Gabriele Elia, responsabile Open Innovation Research Telecom Italia

I ragazzi devono cogliere appieno le opzioni insite nella contaminazione. Ma attenzione: contaminarsi non significa essere superficiali. Tutt’altro. L’idea di start up è indispensabile quanto il possedere competenze profonde, conoscenza e voglia di condividere i lavori e la ricerca.

Annalisa Bonfiglio, pro rettore Territorio e innovazione

Il CLab è una grossa opportunità per tutta la città. Sono sicuro che ci consentirà di passare finalmente dalla logica del curriculum vitae alla proposta di idee, come percorso virtuoso per giungere alla creazione di nuove imprese e quindi di nuovi posti di lavoro.

Antonio Perdichizzi, presidente Giovani Imprenditori di Confindustria Catania

Bisogna credere fermamente che sia possibile crearsi un futuro attraverso la valorizzazione di una propria idea.

Paolo Fadda, delegato al coordinamento delle prime due edizioni del progetto CLab Cagliari

Come ci ha insegnato Steve Jobs, le nuove idee nascono sempre dalla contaminazione tra saperi diversi. L’Ateneo è particolarmente orgoglioso che questo suo progetto sia stato tra i pochi premiati dal ministero. Sfrutteremo quest’occasione anche per aiutare i giovani a trovare la voglia di scommettere su se stessi e per costruire barriere efficaci alla apparentemente inarrestabile fuga di cervelli.

Giacomo Pignataro, rettore dell’Università di Catania

Ci aspettiamo molto da questo esperimento, il territorio ha bisogno di manager specializzati che abbiano però la capacità di saper affrontare le sfide a 360°.

Salvatore Raffa, presidente del Distretto produttivo Etna Valley

Non è vero, come si crede in Italia, che imprenditori si nasce. Il metodo imprenditoriale si può imparare: identificare delle idee, capire i modi per realizzarle, confrontarsi con il mercato, reperire capitali sono processi che possono essere insegnati, anche se non in maniera tradizionale con il prof alla lavagna.

Sandro Trento, direttore accademico del CLab Trento

E’ senza dubbio intrigante, un metodo didattico che non si limiti ad insegnare nozioni, ma spiga gli studenti a fare qualcosa in più e in maniera diversa.

Giuseppe Galizia, direttore Pfizer Catania

Grazie a iniziative come il CLab Napoli i giovani del nostro territorio avranno la possibilità di formarsi e di alimentare la propria creatività, non solo secondo i canali tradizionali, ma anche attraverso il supporto di aziende ed esperti del mondo del lavoro che offriranno agli studenti competenze e opportunità utili a sviluppare nuove idee di impresa

Alessandra Clemente, Assessore alle Politiche Giovanili, Creatività, Innovazione del Comune di Napoli

Abbiamo pensato che un territorio ricco di risorse umane e infrastrutture tecnologiche, con una grande comunità di studenti e dottorandi italiani e internazionali fosse davvero il terreno migliore per diffondere lo spirito imprenditoriale.

Vittorino Filippas, uno degli ideatori e promotori del nuovo CLab Trento

Le startup di successo nascono da un lavoro di squadra frutto di un’ibridazione di competenze tra persone, per lo più giovani, che hanno alle spalle percorsi formativi di diversa natura, a valle di un processo di programmazione solido e strutturato. Incoraggiare la diffusione di questi paradigmi culturali significa incoraggiare la domanda dal basso di politiche per l’innovazione, valorizzare la ricerca e creare nuovi ponti tra università e impresa, gettando le basi per lo sviluppo futuro.

Mattia Corbetta, Coordinatore Del Panel D’esperti Per Valutazione Linea Iv Bando “startup Miur” Sui Contamination Lab

Vogliamo mostrare ai ragazzi che non è sempre necessario attendere che qualcuno ti dia il lavoro: ogni tanto bisogna sporcarsi le mani, contaminarsi, e crearselo autonomamente.

Roberto Napoli, Project Manager del CLab Trento

In Italia esperienze come il ContaminationLab sono utili per recuperare il gap tecnologico e innovativo. Le aziende hanno opportunità per incontrare le idee e le start up migliori e tradurle in business di successo

Ivan Stammelluti, The European House – Ambrosetti

Il Contamination Lab promosso dall’Università di Cagliari, incubatori di start-up come The Net Value e organizzazione di eventi come “S’Innova” e “Startup Weekend” hanno contribuito a rendere il capoluogo sardo un vero e proprio ecosistema dell’innovazione.

Laura Fois, Social Media Manager & Web Content Editor e Innovation Manager
testemonial_icon_round

LASCIA UN FEEBACK

Feedback CLab Italia
Invio