Il CLab Trento, interamente condotto in lingua inglese, è un contenitore di iniziative finalizzate a diffondere la cultura imprenditoriale tra i giovani, principalmente studenti di laurea magistrale ma anche dottorandi e ricercatori, con l’obiettivo di creare nuovi business di successo sul territorio.
Tra le prime iniziative del CLab Trento c’è lo Start-Up Lab (SUL), che consiste in 24 ore di docenza su come sviluppare un’idea imprenditoriale, proporre un business model, validare l’idea e valutarne l’impatto economico e finanziario, presentare l’idea per convincere gli investitori.<br>

Parallelamente alle attività didattiche, a ogni studente viene chiesto di presentare pubblicamente in un minuto un’idea imprenditoriale. Saranno gli studenti stessi a votare le 15 migliori idee. Si formeranno poi 15 gruppi eterogenei (tipicamente almeno un tecnico informatico o ingegnere o scienziato, un esperto di management, economia o marketing, un creativo) che lavoreranno sulle nuove idee, affiancati dai mentor. A scadenze regolari, i gruppi presenteranno lo stato di avanzamento delle loro idee e riceveranno i feedback (anche tramite piattaforme informatiche) dagli altri studenti, i commenti e i suggerimenti dei mentor locali e internazionali e dei docenti di business. Alla fine tutte le idee potranno partecipare al MIM Business Challenge, una iniziativa congiunta tra il Dipartimento di Economia e Management e Trento RISE. Il primo premio sarà la sponsorizzazione per la partecipazione in Virginia (USA) al concorso internazionale per idee imprenditoriali “VT Business Challenge” del prestigioso Virginia Tech (Politecnico della Virginia). Già quest’anno la squadra trentina inviata in Virginia, che ha concorso con 15 squadre provenienti da tutto il mondo (Stati Uniti, Regno Unito, Australia, Cile, Canada e molti altri) è tornata a Trento con il premio speciale del pubblico pari a 5.000 dollari, da investire nel nuovo prodotto “GraphInsight”.

  • Abbiamo pensato che un territorio ricco di risorse umane e infrastrutture tecnologiche, con una grande comunità di studenti e dottorandi italiani e internazionali fosse davvero il terreno migliore per diffondere lo spirito imprenditoriale.

    Vittorino Filippas, uno degli ideatori e promotori del nuovo CLab Trento
  • Vogliamo mostrare ai ragazzi che non è sempre necessario attendere che qualcuno ti dia il lavoro: ogni tanto bisogna sporcarsi le mani, contaminarsi, e crearselo autonomamente.

    Roberto Napoli, Project Manager del CLab Trento
  • Non è vero, come si crede in Italia, che imprenditori si nasce. Il metodo imprenditoriale si può imparare: identificare delle idee, capire i modi per realizzarle, confrontarsi con il mercato, reperire capitali sono processi che possono essere insegnati, anche se non in maniera tradizionale con il prof alla lavagna.

    Sandro Trento, direttore accademico del CLab Trento
  • trento4

  • trento5

  • Schermata del 2015-09-30 09:32:27

  • Schermata del 2015-09-30 09:56:28