Coaching e impresa, un binomio vincente

21 Maggio 2019

Un percorso di formazione e contaminazione come quello del contamination lab richiede uno staff di docenti in grado di trasferire diverse conoscenze e informazioni finalizzate al saper sviluppare un’idea di impresa.

Indispensabile, ancor di più, sono però quelle figure in grado di facilitare, sostenere, valorizzare e far divenire proprie le conoscenze trasferite. Figure che accompagnano, guidano, che lavorano non tanto sulle nozioni ma sulle persone che devono accogliere e utilizzare, al meglio, le nozioni. Figure, insomma, che “allenano”. Per questo una figura chiave del percorso di contamination lab è il “coach”.

Per questo UniCaLab ha voluto dedicare una particolare attenzione al processo di “coaching”, ovvero a quel […] metodo di sviluppo di una persona, di un gruppo o di un’organizzazione, che si svolge all’interno di una relazione facilitante, basato sull’individuazione e l’utilizzo delle potenzialità per il raggiungimento di obiettivi di cambiamento/miglioramento autodeterminati e realizzati attraverso un piano d’azione […] (Pannitti – Rossi, L’essenza del coaching, Franco Angeli, 2012).

Infatti, uno dei primi incontri dell’Academy (fase formativa) di UniCaLab ha registrato l’intervento del coach Gaetano Gebbia, allenatore di pallacanestro con esperienze in serie A e soprattutto nelle nazionali giovanili, nonché di formatore di coach, che ha illustrato ai clabbers l’importanza dei diversi elementi che caratterizzano una squadra, come i ruoli, la gerarchia, le responsabilità, la comunicazione.

Così come è emerso anche da questo incontro, i punti di contatto fra gli elementi che fanno funzionare un team sportivo e quelli che favoriscono un team di impresa sono diversi e, concettualmente, sinonimi.

Per questo sempre più spesso ricorre l’analogia fra il coaching del mondo sportivo e quello del mondo aziendale che ha portato a una contaminazione non solo sotto un profilo metodologico ma anche dal punto di vista terminologico, per cui il facilitatore viene chiamato “coach” anche in ambienti business così come alla squadra viene attribuita la denominazione di “coachee”.

La prossima tappa del CLab Express darà l’opportunità di analizzare meglio l’argomento in occasione dell’incontro de 13 giugno a proposito di coaching e impresa e della loro liaison vincente.