Economia circolare, sostenibilità e imprenditorialità al CLab di Torino

8 Maggio 2019

Le realtà del Contamination Lab di Torino sono tutte diverse. Perché differenti sono le idee imprenditoriali sviluppate durante il percorso formativo.

Ognuna ha un pubblico di riferimento specifico, un territorio particolare in cui calare l’iniziativa imprenditoriale. Variano le scelte di business. Le strategie adottate. Le energie spese. La scelta sulla partizione dei fondi di investimento.

Eppure nella diversità qualcosa le unisce, un filo rosso all’interno di un canovaccio variopinto. Tutte le iniziative sono volte alla valorizzazione del territorio. Una fonte di ricchezza a cui si rivolgono le azioni imprenditoriali, nonostante le specifiche declinazioni.

La tematica della sostenibilità fa da cornice, accomuna all’interno di un unico contesto realtà sfaccettate e variegate, accompagnando ogni singola declinazione imprenditoriale, dal momento della formulazione dell’idea fino alla sua realizzazione.

Le azioni del CLab torinese promuovono la crescita economica dei territori, supportano le idee imprenditoriali a favore delle peculiarità regionali. Implementano la nascita di nuove aziende agroalimentari. Favoriscono il territorio e la sua salvaguardia.  Supportano le iniziative a favore dell’ambiente, per un miglioramento della mobilità nelle città con proposte green.

Per il Clab di Torino abbracciare la sostenibilità, includerla all’interno di progetti imprenditoriali creativi e innovativi in definitiva significa incoraggiare un’economia circolare, un modello di business che da una parte guardi all’incremento economico e dall’altra alla sua tutela, grazie alla riduzione di sprechi e all’uso di risorse caratteristiche del territorio.