Imprenditorialità e tecnologia

20 Maggio 2019

L’Università del Salento si prepara ad ospitare studenti, ricercatori e imprenditori di tutte le città per la tappa successiva del CLab Express. La città di Lecce farà da scenario all’incontro programmato dall’Ateneo. Si discuterà di una tematica che ha dato forma al percorso formativo costruito nell’ambito del CLab, la Technology Intensive, una forma di imprenditorialità che mira allo sviluppo della tecnologia in più ambiti disciplinari.

Il seminario del 13 giugno tratterà le sfide principali che “gli imprenditori della tecnologia” devono sapere affrontare per lanciare sul mercato nuove venture o sviluppare prodotti e  servizi innovativi. L’intervento sarà guidato dalla professoressa Giuseppina Passiante, ordinario di Technology Entrepreneurship- Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione – Università del Salento, Lecce.

La produttività delle imprese oggi dipende in gran parte dal grado di progresso tecnologico raggiunto. Per questo rientra nel pieno interesse degli imprenditori stanziare risorse che possano favorire la nascita di giovani realtà imprenditoriali basate sull’utilizzo di tecnologie altamente innovative.

Sono un esempio le tecnologie digitali, quelle per l’energia o ancora le tecnologie utilizzate in ambito medico. Strumenti che hanno migliorato le potenzialità dei settori che ne fanno utilizzo, creando dunque nuove figure professionali, competenze specifiche e settori di investimento economico innovativi per gli investitori.

Sono tre in particolare gli ambiti strategici che rappresentano le sfide di natura imprenditoriale su cui verte il programma formativo promosso dal CLab del Salento.

Prima di tutto le Smart Technologies, con riferimento alle nanotecnologie, la robotica, i materiali innovativi, la ditital economy e i nuovi strumenti digitali.

La Bio Economy inoltre riguardo allo sviluppo di tecnologie legate alle bio-based industries, le biotecnologie, la blue growth, la green chemistry e la sicurezza alimentare.

E infine le Industrie Culturali Creative, in altri termini un tipo di turismo teso alla valorizzazione dei beni culturali tramite lo storytelling, l’empowerment e non solo.

L’università del Salento ha quindi voluto dare un taglio specifico al proprio percorso, occupandosi di educazione all’imprenditorialità nella sua declinazione tecnologica volta all’innovazione economica e sociale.

La tappa del CLab Express rappresenterà un’utile occasione per approfondire la tematica scelta dall’Ateneo.