Network territoriale, innovazione e tecnologia: la cultura imprenditoriale del CLab di Teramo

10 Aprile 2019

Fra i banchi di scuola a volte succede. Sembra di aver capito la lezione. A casa invece, quando si avvicina il momento dello studio o del ripasso, quella spiegazione prima chiarissima non lo è più. Per comprende a pieno un argomento, teoria e pratica devono sposarsi in un unico momento, fino a confondersi. In un processo di apprendimento dinamico la pratica si accosta alla teoria, ampliandola grazie all’acquisizione di quei saperi taciti che solo l’esperienza è in grado di insegnare. Esistono all’interno delle Università dei luoghi preziosi, laboratori di apprendimento alternativo in cui i confini fra ideazione e messa in atto di un programma si autoalimentano, ridefinendo continuamente i reciproci confini. Sono queste le stesse stanze – ambienti interni ed esterni all’Ateneo –  che l’Università di Teramo ha deciso di dedicare al Contamination Lab abruzzese.

Il CLab UniTe è un’iniziativa nazionale promossa dal MIUR, un percorso di formazione basato sul modello dell’Entrepreneuship Education, l’educazione all’imprenditorialità, per dare forma a idee innovative che abbraccino vari rami: Agritech, Foodtech e Biotech, in particolar modo. Le intuizioni dei giovani partecipanti rappresentano il punto di partenza da cui prende avvio l’intero percorso. Ad essere premiate sono quindi le proposte più originali, le uniche a vantare un ottimo potenziale di applicazione all’ambito imprenditoriale, come quello della ricerca scientifica accademica, un terreno fertile in cui investire per la nascita di nuove e promettenti startup.

Il percorso formativo è costituito da moduli didattici che affrontano i temi strategicamente più importanti della sfera imprenditoriale e dell’innovazione, a cominciare dalla generazione di idee fino alla loro trasformazione in opportunità di business. Gli studenti – iscritti ai vari corsi laurea, inclusi master e dottorati e infine neolaureati entro i 18 mesi – sono affiancati da docenti, imprenditori, startupper, manager, figure professionali eterogenee del mondo aziendale, esperti di innovazione di rilievo nel panorama italiano.

In altri termini, l’obiettivo perseguito dal CLab dell’Università di Teramo è quello di creare luoghi di impulso e di contaminazione, per implementare nuovi modelli di formazione e apprendimento della cultura imprenditoriale, a supporto dello sviluppo di progetti ad alto contenuto innovativo, in sinergia con il network del territorio