Notizie

30 Apr, 2019
Il CLab di Cagliari guarda al futuro
Categorie: Network

Creare una start up, svilupparla e attrarre investimenti. Questi sono gli ultimi atti di un percorso formativo articolato e strutturato con finalità imprenditoriali, che prende piede a Cagliari ormai da sei edizioni, presso la sede del CLab.

Se quanto appena descritto è l’atto finale, cosa accade nel backstage, dietro le quinte che preparano al lancio nel mondo dell’impresa? Chi vi accede? Quali le idee portanti del progetto formativo? E invece corsi, seminari, laboratori, workshop organizzati durante il programma come sono strutturati?

Il CLab rientra nel campo di applicazione e ricerca dell’Entrepreneurship Education, uno studio sulla cultura di impresa. Confronto e incontro fra persone provenienti da diversi ambiti disciplinari, propositive e capaci di trasformare le idee in realtà. Creatività e innovazione. Sono questi i tasselli fondamentali del laboratorio di contaminazione di Cagliari.

In questo senso il percorso offerto dal CLab di Cagliari è improntato all’acquisizione di un mindset flessibile rispetto alla risoluzione di ogni tipo di problema. A favorire l’obiettivo concorre la composizione eterogenea del team. Il CLab apre le porte a tutti gli studenti dell’Unica, a dottorandi e iscritti a Master di primo e secondo livello, nonché laureati e dottorati da non più di 18 mesi.

Ogni anno da ottobre a marzo, per la durata di 6 mesi, il programma formativo si caratterizza quindi per la sua trasversalità, su molteplici piani. Studenti di vari ambiti sono chiamati ad organizzarsi in gruppi, stimolando la formazione di idee creative volte all’imprenditorialità. A supportarli sono professionisti di vari ambiti – docenti, tutor etc – che affiancano i team dall’inizio alla fine del percorso: dalla formazione della start up alla composizione del team, fino allo sviluppo e al contatto con gli investitori.

Questi i risultati: oltre 600 partecipanti alle prime 4 edizioni, 20 nuove start-up, 50 idee elaborate, 750K euro di investimenti privati, più di 250 ragazzi coinvolti, 30 premi e riconoscimenti dati alle start-up, 30 Stakeholders e partners coinvolti.

Il CLab di Cagliari si profila dunque come un luogo di confronto tra discipline e persone differenti. Un’occasione preziosa, il momento del salto dalla teoria alla pratica: dalle idee all’impresa, dall’impresa all’innovazione.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE…

 

Share This